Chiusura
Vedi tutti

51,6 km - Dislivello 1650mt

Tappa 18

Belluno -

Val di Zoldo

Giovedì 25  Maggio 2023 51,6km Dislivello 1650mt
Tappa adatta a: Ciclisti Esperti

Ritirati: 0

Ordine di arrivo
Classifica maglie

altimetria

planimetria

partenza / arrivo

dettaglio salite

ultimi km

crono tabella

  • altimetria
  • planimetria
  • partenza / arrivo
  • dettaglio salite
  • ultimi km
  • crono tabella

info turistiche

Città di:

partenza
arrivo

Belluno

Panoramica

Belluno, la città splendente! Così fu definita dai Celti: a un’ora da Venezia, arroccata su un promontorio e lambita dal fiume Piave e dal torrente Ardo, Belluno è porta di ingresso di un Patrimonio Naturale che non ha eguali al mondo, le Dolomiti UNESCO. Intriso di storia e naturalmente votato alla natura, il territorio bellunese sa regalare esperienze ed emozioni uniche.
A Belluno la natura entra in città: da una parte le Prealpi con i loro dolci pendii e il loro verde acceso, dall’altra le Dolomiti UNESCO, spettacolo unico al mondo fatto di maestose pareti rocciose e solenni guglie protese verso il cielo. Nel mezzo della vallata scorre il fiume Piave, corso d’acqua sacro alla Patria. Un centro storico bagnato dalle acque e incoronato dalle montagne.
In estate il territorio bellunese si trasforma in una palestra a cielo aperto.
Sentieri escursionistici e alcune delle più suggestive vie ferrate, oltre all’iconica Alta Via n. 1 delle Dolomiti, e per gli appassionati delle due ruote percorsi cicloturistici e piste da downhill sul colle del Nevegal, a una manciata di chilometri dal centro, che d’inverno diventa una splendida cornice per tutti gli appassionati degli sport invernali.

Gastronomia

Il territorio bellunese vanta diverse eccellenze culinarie: il pastin è il re delle grigliate di carne ed è composto da un misto di carne bovina e suina macinata e speziata. Dalla ricca tradizione casearia nasce invece lo schiz, un formaggio primo sale che dà il suo meglio al forno. Per gli amanti dei dolci è obbligatorio l’assaggio delle giuseppine durante il periodo di Carnevale o lo speziato Pan de Belun, mentre se preferite uno snack salutare ma gustoso il kodinžon, uno stick di mela essiccata, farà al caso vostro. Il tutto accompagnato dalla classica ombra di vino o da una delle birre artigianali locali.

VAL DI ZOLDO

Panoramica

La Val di Zoldo è una valle incontaminata nel cuore delle Dolomiti Bellunesi. Protetta dai due iconici massicci del Monte Pelmo e del Monte Civetta, la sua natura autentica la rende un territorio a vocazione turistica molto apprezzato dai visitatori italiani e stranieri.

Si colloca all’estremità del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi, un luogo unico nel suo genere, dai valori paesaggistici e naturalistici straordinari. A nord invece è delimitata dal Comprensorio Sciistico dello Ski Civetta, che offre agli amanti della neve ben 72 km di piste, comprese nel più grande carosello Dolomiti Superski.
Tutto il territorio della Val di Zoldo fin dall’antichità si caratterizza per l’attività mineraria e siderurgica. Ma è a partire dalle fine dell’ ‘800 che inizia la storia per cui la Val di Zoldo vanta la sua fama di “Terra di gelatieri”. È proprio in questo periodo che gli abitanti Zoldani iniziano a percorrere le strade del mondo diffondendo l’arte e la passione del gelato in tutto il continente europeo e fin oltreoceano.

Oggi, la Val di Zoldo è la meta ideale per chi ama vivere la montagna all’aria aperta. Dagli sport invernali, come lo sci da discesa (anche in notturna), lo sci alpinismo, il biathlon e lo sci nordico, o le più semplici escursioni con le ciaspe, alle attività estive, passeggiate e trekking, vie ferrate al cospetto delle imponenti pareti rocciose e i grandi cammini dolomitici.
Non mancano però tradizioni antiche, cultura e un profondo passato, la cui storia si può respirare a pieni polmoni tra le vie dei borghi costellati dai caratteristici “tabià”.

Gastronomia

La Val di Zoldo è costellata di ristoranti, agriturismi, baite, rifugi e ristori dove assaggiare i sapori della tradizione delle Dolomiti.

I CASUNZIEI

I casonziei, o casunziei in alcuni dialetti, sono dei ravioli ripieni tipici comuni in molti territori delle Dolomiti Bellunesi. Morbida pasta rigorosamente lavorata a mano, riempita con un impasto di verdure e altri ingredienti, come ad esempio spinaci e ricotta, rapa rossa, oppure i classici casonziei della Val di Zoldo, farciti di zucca e cannella e serviti con burro fuso.

I FORMAGGI DI MALGA

Una sosta in malga, un momento di relax e un tagliere misto di formaggi. Un momento semplice, ma che può diventare una rivelazione, facendo riscoprire gli odori e i sapori di una montagna autentica e fedele alla sua natura. Ogni assaggio ci rimanda lì, nei prati fioriti dove l’erba è verde e gli animali tranquilli si godono il pascolo.
Per chi visita la Val di Zoldo, quest’esperienza è quasi d’obbligo.

IL MIELE DELLE DOLOMITI BELLUNESI DOP E LO ZAFFERANO

In valle, numerose sono le aziende agricole che si dedicano alla coltivazione di prodotti della terra: fagioli e patate a chilometro zero, ma anche l’oro rosso, ossia lo zafferano.
C’è chi invece “sfrutta” la ricca biodiversità e la flora tipica delle Dolomiti Bellunesi per produrre il Miele delle Dolomiti Bellunesi, che vanta il riconoscimento del marchio D.O.P., e che oltre ad essere un prodotto genuino e totalmente naturale presenta anche qualità terapeutiche particolari.

 

IL GELATO ARTIGIANALE DELLA VAL DI ZOLDO

Il protagonista della tradizione gastronomica zoldana è indubbiamente il gelato artigianale.

Ancor’oggi, l’origine del gelato e il perché sia arrivato fin nelle valli dolomitiche rimangono mistero. Si sa per certo però, che i maestri gelatieri zoldani, conosciuti in tutto il mondo, hanno diffuso l’arte del gelato vendendolo con passione in tutta l’Europa e nel continente Americano.
La storia del gelato zoldano è una storia di successo, costruito di generazione in generazione a partire dalla fine del 1800, quando iniziò la grande emigrazione di massa dall’Italia verso i paesi del nord Europa.

Il gelato artigianale della Val di Zoldo è sinonimo di prodotti freschi e genuini selezionati con cura: cacao, bacche di vaniglia, latte, uova, zucchero, frutta fresca. L’attenzione alla qualità delle materie prime trova il suo compendio nella capacità di dosare gli ingredienti e nel rispetto di quei tempi e metodi di lavorazione che trasformano un semplice alimento in una gioia del gusto.

Se passate per la Val di Zoldo, non dimenticatevi di fermarvi per una dolce pausa in una delle gelaterie artigianali. E se arrivate al momento giusto, potrà capitarvi di assistere allo spettacolo dei gelatieri zoldani intenti in una dimostrazione della produzione del gelato così come avveniva oltre un secolo fa, con attrezzatura e macchinari originali d’un tempo.

Seguici
sui social
# giroe
official partners
official suppliers