Chiusura
Vedi tutti

69,2 km - Dislivello 950mt

Tappa 12

Volvera -

Rivoli

Giovedì 18  Maggio 2023 69,2km Dislivello 950mt
Tappa adatta a: Ciclisti Intermedi

Ritirati: 0

Ordine di arrivo
Classifica maglie

altimetria

planimetria

partenza / arrivo

dettaglio salite

ultimi km

crono tabella

  • altimetria
  • planimetria
  • partenza / arrivo
  • dettaglio salite
  • ultimi km
  • crono tabella

info turistiche

Città di:

partenza
arrivo

Volvera

Panoramica

L’esistenza del Comune di Volvera è certificata a partire dal XI° secolo: prima come possedimenti dei benedettini di San Giusto di Susa, successivamente dei conti di Piossasco.
L’evento storico più significativo è la battaglia della Marsaglia (4 ottobre 1693), tra le truppe Francesi e l’esercito di Amedeo II di Savoia, che portò in circa 4 ore di battaglia ad oltre 13.000 vittime. Ancora oggi questo evento viene ricordato ogni ultimo weekend di settembre con una importante rievocazione storica di livello internazionale.

Il paese è attraversato da numerose piste ciclopedonali che convergono sulla ciclovia Eurovelo 8. Un’area fitness attrezzata in piazza Fellini e alcuni percorsi nelle campagne volveresi sono luogo ideale per passeggiate e attività sportive en plein air.

RIVOLI

Panoramica

La città di Rivoli dista circa 13 km da Torino e 102 km dal confine francese, essendo situata all’imbocco della valle di Susa. Oggi conta una popolazione di circa 48.000 abitati. Grazie alle sue antichissime origini storiche rappresenta una delle più peculiari città d’arte della Regione Piemonte. Il collegamento più conosciuto con la città di Torino è rappresentato da corso Francia, una delle principali arterie del capoluogo piemontese, che, grazie a una lunghezza complessiva di 11,75 km, è il corso rettilineo più lungo d’Europa. L’antica quanto ricca storia della città di Rivoli, la rendono un sito di interesse artistico e culturale, i suoi edifici rimandano a epoche e avvenimenti diversi, che insieme testimoniano il suo ricco passato. Tra i beni principali spicca il Castello, una fra le più antiche dimore sabaude, simbolo della città, rinomato polo di attrazione turistica e sede di uno dei musei d’arte contemporanea più rinomati al mondo.

Gastronomia

Rivolotto è il nome di un biscotto, frutto dell’arte di un gruppo di pasticceri e panettieri rivolesi. Al prodotto dolciario è stata riconosciuta la De.Co. (Denominazione Comunale), un riconoscimento importante attribuito ai prodotti tipici e legati storicamente ad un luogo per preservarne la genuinità e la territorialità. Il biscotto è unico per design, forma e gusto ed è l’ambasciatore delle maestranze del gusto locali nelle manifestazioni istituzionali. E’ stato uno dei prodotti d’eccellenza piemontese alle ATP Finals di tennis di Torino.

Rivoli è sede delle Aziende Agricole Scaglia, Massola e Comba, attività di allevamento di bovini della razza piemontese, conquistando numerosi riconoscimenti e premi.
Col susseguirsi delle generazioni e mantenendo la filosofia di un tempo applicata a metodi innovativi, nell’ambito dell’Azienda Scaglia nasce l’idea semplice ma rivoluzionaria dello slow-fast food a km zero, che punta a valorizzare la filiera corta e le eccellenze del territorio. Una nuova proposta di ristorazione che utilizza solo carne lavorata nell’azienda agricola, ottenuta da animali allevati sul territorio.

 

I VINI

La presenza del Nebbiolo sulle colline di Rivoli è documentata dalla più antica testimonianza scritta, redatta su pergamena, in cui risulta la produzione del pregiato vino presso la Castellania di Rivoli, nell’anno 1266, custodita nell’Archivio di Stato di Torino.

Questo documento fa parte degli oltre 3.000 rotoli, noti come Conti delle Castellanie,
cioè i conti resi da un castellano, rappresentante locale del potere centrale, al suo signore.

Il più antico esistente è proprio il rotolo della Castellania di Rivoli (1264-1266), dove il castellano era Umberto de Balma. Nei conti del A.D. 1266, è riportato:

” receptis de exitu vinearum de Nibiol hoc anno de CCC sextariis ” (nell’anno 1266, fra le entrate sono registrati 12.205 litri derivante dalle vigne di Nebbiolo).

Questo documento attesta inequivocabilmente che la prima culla del Nebbiolo conosciuta è Rivoli.

L’azienda vitivinicola Pierro nel 2017, poco più di 750 anni dopo, torna a coltivare le uve del Nebbiolo, riportando a casa una memoria storica che stava per dissolversi.

 

LE ATTIVITÀ CULINARIE

A Rivoli, nella cornice di un parco secolare, in una villa dei primi del Novecento, si trova la sede de “La Maggiorana” , la prima scuola d’arte culinaria in Piemonte, istituita da Elena Maggiora nel 1973, con la collaborazione della sorella Erica, nominata a 19 anni la più giovane Cordon Bleu d’Itala e allieva dei più illustri esperti di alta cucina, da Gualtiero Marchesi a Paul Bocause.
Le ricette proposte nelle lezioni spaziano dall’esecuzione tradizionale dei grandi classici della cucina italiana alle più ardite rielaborazioni, create e sviluppate da Erica Maggiora.

Seguici
sui social
# giroe
official partners
official suppliers