Chiusura
Vedi tutti

54,4 km - Dislivello 350mt

Tappa 14

Stresa -

Cassano Magnago

Sabato 20  Maggio 2023 54,4km Dislivello 350mt
Tappa adatta a: Principianti

Ritirati: 0

Ordine di arrivo
Classifica maglie

altimetria

planimetria

partenza / arrivo

ultimi km

crono tabella

  • altimetria
  • planimetria
  • partenza / arrivo
  • ultimi km
  • crono tabella

info turistiche

Città di:

partenza
arrivo

STRESA

Panoramica

Il nome di Stresa appare per la prima volta in un documento del 998.
Sottoposta alla giurisdizione dei Visconti e Borromei, a partire dal XIX secolo
Stresa comincia ad ottenere rinomanza, grazie alla presenza prima di Antonio
Rosmini, poi di Alessandro Manzoni e successivamente di Elisabetta di
Sassonia, Duchessa di Genova. La costruzione della Ferrovia del Sempione,
all’inizio del XX secolo, porta Stresa ad essere conosciuta internazionalmente.
La vicinanza di grandi centri, quali Milano e Torino con i loro aeroporti, il
Palazzo dei Congressi, alberghi che uniscono attrezzature modernissime ad
una tradizione di ospitalità, giardini, temperatura ideale, fanno sì che Stresa
sia oggi una delle località più rinomate in Italia.

Gastronomia

“Le Margheritine” sono il dolce tipico di Stresa, biscotti prodotti in onore della
regina Margherita di Savoia. I prodotti di eccellenza sono: il riso, il miele, il
formaggio Gorgonzola, il pesce di lago (pesce persico, gardon), la carne piemontese.

Bevande

Vasta selezione di cantina con vini tipici: Nebbiolo, Barbera, Boca Doc, Fara
Doc, Sizzano Doc, Ghemme Docg, Erbaluce e Prünent.

CASSANO MAGNAGO

Panoramica

Cassano Magnago è un comune italiano di 21560 abitanti della provincia di Varese in Lombardia e ha una superficie territoriale con un’altimetria che varia dai 242 m. s.l.m. ai 321 m. s.l.m. Cassano Magnago in origine “Cassiano Magniago” è stata elevata al rango di città a seguito del DPR del 10/11/1997. La città ha origini remote testimoniate dal ritrovamento di un’urna cineraria riconducibile alla cultura di Golasecca (dal 1000 al 500 a.C.). Il vero simbolo di Cassano Magnago è la Torre di San Maurizio, risalente all’epoca tardo romana, usata come torre per segnalazioni e riedificata come campanile dell’omonima chiesa. La storia di Cassano è la storia di un territorio che, senza dimenticare la remota presenza dei Visconti dal ‘700, prese ad ospitare nobili famiglie milanesi e gallaratesi oltre a presentare testimonianze archeologiche, religiose e naturalistiche rappresentate da: Villa Oliva con Parco della Magana, Villa Buttafava, Castello Visconteo, ex Chiesa di San Giulio, chiesa di Santa Maria, San Giulio, San Pietro, San Martino e Sant’Anna, Viale delle Rimembranze, Oasi Boza e Bosco di città.

Gastronomia

I purscelitt da Cassan:

dolce tipico di Cassano Magnago, ritenuto ben augurante, in biscotto o marzapane, ma rigorosamente a forma di maialino. Si racconta che la Regina Teodolinda transitando per San Giulio, non avesse incontrato anima viva se non alcuni maialini, “i purscelitt” che grufolavano per strada. Colpita da così manifesta povertà, si tolse dal capo la preziosa corona e la donò ai Cassanesi perché ne ricavassero denaro per aiutare i poveri. Da questo lascito prenderebbe origine l’“Elemosina della Corona”, con la quale la parrocchia di San Giulio ha sostenuto i poveri fino all’Ottocento.

 

Chiscieau cunt i fig:

avanzi di pasta di pane mescolata con fichi, uva passa, zucchero e burro.

 

Frucch e Maroch:

dolci simili agli amaretti a base di zucchero e albume d’uovo il cui nome trae origine dalla rivalità tra gli abitanti di San Giulio e di Santa Maria.

Seguici
sui social
# giroe
official partners
official suppliers