Chiusura
Vedi tutti

Se non è sostenibile, che turismo è?

12/04/2023

Nel 2022, ben 33 milioni di persone hanno usato la bicicletta in vacanza in Italia, il 43 per cento del totale. 9 milioni sono i cicloturisti puri (erano 4,4 milioni nel 2019), mentre 24 milioni coloro che l’hanno usata durante la vacanza. L’impatto economico del cicloturismo, secondo il report Isnart e Legambiente sul 2022, è complessivamente di oltre 4 miliardi di euro. Un turismo sostenibile che ha ricadute positive su ogni aspetto.

“La sostenibilità turistica prevede strategie precise che Enit è intenta a realizzare con tutto il Sistema Italia”, spiega Ivana Jelinic, Presidente e Ceo di Enit, che promuove l’Italia del turismo all’estero. “Non basta dichiarare di essere sostenibili, vanno uniformate le imprese turistiche affinché tutte le strutture e tutto il circuito ricettivo e dell’ospitalità si munisca di certificazioni.

Fondamentale poi esplicare e promuovere quali sono gli effetti positivi di vacanze responsabili ed etiche, rispettose non solo dell’ambiente ma anche delle comunità locali. Sono soprattutto i millennial a essere molto sensibili al tema, quindi vanno declinate le offerte anche in base alle loro esigenze, sviluppando una rete di un’attività ed esperienze local che non solo permettano una valorizzazione e una conoscenza dei territori ma anche un impatto ambientale diverso del moto turistico”.

Il 22% dei cicloturisti indica la presenza di una cornice naturalistica di eccellenza come principale motivazione di scelta della destinazione; il 16,5% sceglie sulla base dell’offerta artistica e culturale e il 15,2% per l’offerta enogastronomica di qualità. Ci sono poi i turisti che scelgono di fare vacanze attive e, tra le varie attività sportive, includono l’utilizzo della bicicletta nel corso della villeggiatura.

“Enit è impegnata a rendere la sostenibilità democratica”, prosegue Jelinic. “Deve passare il messaggio che sostenibile non significa spendere di più per una vacanza o rinunciare al comfort complicandosi l’organizzazione della vacanza quanto prevedere una serie di servizi che siano integrati, coerenti e accessibili a tutti. L’esperienza del Giro d’Italia è la rappresentazione di come il cicloturismo possa essere un viatico per amplificare l’appeal a una vacanza che impatta meno sull’ambiente e che consente di conoscere i territori in maniera capillare fino alle innervature più profonde del territorio. Enit sviluppa tantissimi progetti legati alla sostenibilità: ogni campagna, accordo, protocollo d’intesa è sempre realizzato nell’ottica di un turismo sostenibile e accessibile.

Inoltre, grazie al progetto europeo Eu Eco tandem Academy di cui Enit è capofila, si sta realizzando un programma di conversione, di transizione ecologica delle imprese turistiche europee”.

Seguici
sui social
# giroe
top sponsor
official partners
official suppliers