Chiusura
Vedi tutti

Tappa 13 Verbier – Crans Montana

19/05/2023

Tappa 13 Verbier – Crans Montana

Crans Montana, 19 maggio 2023 – È arrivato il tappone alpino! Mito e terrore di ogni ciclista, non solo amatoriale. Ma una delle più belle esperienze che si possano fare in sella a una bicicletta.

Croix de Coeur (2.174 metri sul livello del mare) e Crans Montana (1.456 metri, il traguardo) rappresentano il menu di oggi per i ciclisti elettrici, che in totale hanno affrontato 1.800 metri di dislivello in soli 66 chilometri. Tanta roba.

Forse per la prima e unica volta, il percorso del Giro-E ha coinciso con quello del Giro. A causa delle avverse condizioni meteo, soprattutto nella parte italiana, l’organizzazione ha deciso di venire incontro alle richieste degli atleti applicando l’Extreme Weather Protocol e dunque la tappa è stata accorciata, dai 207 chilometri previsti a 74,6, quindi meno di dieci chilometri in più dei ciclisti a motore. Il nuovo km 0 del Giro è stato posto in località Le Chable, all’imbocco della Croix de Coeur, a neanche nove chilometri da Verbier, città di partenza del Giro-E. Se c’è mai stata una tappa veramente “da pro”, è dunque questa.

La tappa Verbier – Crans Montana

Si parte e si termina in salita. La Croix de Coeur è corta, i ciclisti ne percorrono solo il tratto finale, ma è una salita che punge. Poi una discesissima di oltre venti chilometri, un po’ di piano per respirare ed ecco l’ascesa a Crans Montana: quasi mille metri di dislivello positivo in 13 chilometri, con una media del 7,2 per cento e punte del 13 per cento. Di che togliersi lo sfizio di montagne!

Per la prima tappa totalmente in territorio straniero (l’anno scorso c’era stato lo confinamento in Slovenia), il Giro-E sceglie la Svizzera e sceglie Verbier come città di partenza. Siamo all’ombra della Croix de Coeur, a quota 1.491 metri. Un paradiso per gli sport di montagna, dalle uscite in bicicletta su strada e fuori alle passeggiate, anche sulle passerelle sospese di Corbassière. Gli itinerari per mountain bike sono 23 e di tutti i livelli, dal facile al difficile, per un totale di 211 chilometri con paesaggi eccezionali. La sostenibilità, qui, è un credo: dalla fine di dicembre all’inizio di aprile, nei fine settimana e in alcuni giorni festivi, il Verbier Express viaggia una volta al giorno da Ginevra a Le Châble senza cambiare a Martigny, una collaborazione tra le compagnie ferroviarie e Téléverbier che consente un collegamento più agevole con e gli impianti di risalita e contribuisce a ridurre il traffico automobilistico. A tavola è il tempo della raclette e dei vini figli dei tanti vigneti del Vallese, che vanta uve speciali quali l’Humagne, la Petite Arvine e il Cornalin, un’antica varietà autoctona.

Il personaggio del giorno – Alessandro Iraci

Oltre due milioni di iscritti al loro canale YouTube: gli Autogol sono un trio comico, fanno parodie e imitazioni sportive di oltre 60 personaggi del mondo del calcio e dello sport, da Conte ad Allegri, da Moratti a Buffa e tanti altri. E oggi, uno dei tre componenti ha pedalato il tappone alpino, sperando che non si rivelasse un… autogol.

Vado in bici da qualche anno, mi piace molto, perché è una dimensione dove stai con te stesso, pensi tanto, è un modo per staccare il cervello dal lavoro quotidiano”, racconta Alessandro Iraci.
È una passione, qualcosa che mi fa stare proprio bene. Sono sempre stato un appassionato di bici, come tifoso ho sempre seguito il Giro d’Italia, le grandi corse a tappe. Sono cresciuto nel mito di Marco Pantani, che mi ha proprio preso in pieno. Io avevo dieci, undici anni quando Marco faceva le sue imprese, io lo seguivo e mi sono innamorato del ciclismo per lui. Perché ho scelto questa tappa? Puro masochismo! La verità è che a livello di date avevo disponibile questo giorno, per cui sono stato costretto. Già salendo in macchina la strada è impegnativa, figurati con la bici!”.

BiciScuola

Il progetto di edutainment, giunto alla sua 22esima edizione, coinvolge in particolare i bambini delle scuole primarie di primo grado (6-10 anni) situate nelle località attraversate da Giro d’Italia e Giro-E, con l’obiettivo di sensibilizzare i più piccoli all’utilizzo della bicicletta per uno stile di vita sano, al fairplay sportivo, a un’alimentazione equilibrata, all’educazione stradale e alle regole della nuova mobilità sostenibile. A oggi, sono stati coinvolti un totale di 1 milione e 660 mila ragazzi. Dal 4 al 28 maggio 2023 sono attese 2400 classi.

Premiate oggi le seguenti classi vincitrici:

BORGOFRANCO D’IVREA: classe 4^A, Scuola Primaria Rodari di Settimo Vittone (TO)

Clicca qui per scoprire le classifiche del Giro-E.

Appuntamento a domani per la tappa numero 14, Stresa – Cassano Magnago.

Seguici
sui social
# giroe
official partners
official suppliers