Tappa 20

RITROVO DI PARTENZA

 

Cernusco sul Naviglio

INCOLONNAMENTO

 

11.25

KM 0, VIA UFFICIALE

 

KM

 

15.7

ARRIVO

 

Milano

ORARIO DI ARRIVO

 

Tappa 20 | 25 Ottobre 2020 | 15.7 km

Cernusco sul Naviglio >
Milano

Cernusco sul Naviglio

Cernusco sul Naviglio si trova a 16km a est di Milano (Lombardia), conta circa 35.000 abitanti con un’età media di poco più di 40 anni e circa 6.500 under 18. Sono presenti oltre 2.200 aziende e circa 320 esercizi commerciali. Nel tempo la città si è sviluppata secondo un disegno urbanistico armonico, intorno a due ambiti fondamentali: l’ampio centro storico reso pedonale negli anni ‘80 dove sono presenti oltre 100 negozi e numerosi spazi associativi; l’asse monumentale del Naviglio, con il tratto del percorso ciclopedonale di 32 km che collega Milano a Trezzo d’Adda e le ampie aree verdi per praticare sport all’aria aperta. La città è servita da importanti strade a scorrimento veloce come la tangenziale di Milano; è raggiunta dalla metropolitana milanese; è vicina agli aeroporti di Linate e Orio al Serio; è attraversata da oltre 70 km di piste ciclabili; è dotata di una ricettività alberghiera e ristorativa di qualità; importanti multinazionali del settore tecnologico, servizi e fotografia hanno in città la loro sede.

Città europea dello sport 2020

Cernusco sul Naviglio ha ricevuto da Aces Europe il titolo di ‘Città Europea dello Sport 2020’: il riconoscimento è stato assegnato nel dicembre 2019 a Bruxelles nella sede del Parlamento Europeo.
Qualche numero dello sport a Cernusco sul Naviglio: 46 associazioni sportive con 7.500 atleti stimati, impegnati in 38 differenti discipline sportive; 2 Centri sportivi comunali con 800.000 presenze stimate ogni anno; 11 Palestre scolastiche; 2 Centri di equitazione; 6.000 mq di golf club; 3 Aree private con strutture sportive. Con i suoi 2500 posti a sedere, lo stadio ‘Gaetano Scirea’ è l’impianto sportivo più importante della città ed è dedicato all’indimenticato campione della Juventus e della nazionale italiana, nato a Cernusco sul Naviglio.

Tra i numerosi campioni delle differenti discipline nati a Cernusco sul Naviglio, come Simone Collio velocista nei 100 mt in 3 edizioni delle Olimpiadi, anche due grandi ciclisti: Francesco Zucchetti, medaglia d’oro alle Olimpiadi di Parigi 1924 nell’inseguimento a squadre; Mario Scirea, medaglia d’oro ai Campionati del Mondo di Villach 1987 nella cronometro a squadre, con 24 presenze complessive al Giro d’Italia, Tour de France e Vuelta di Spagna.

Milano

Capitale della moda e del design, Milano vive in equilibrio tra una tradizione storica culturale di secoli e una creatività rivolta all’innovazione e al mondo: il destino è già nel nome, Mediolanum come “luogo di mezzo” tra luoghi e popoli diverse, centro di scambi e di commerci fin dalle origini. Nata come insediamento celtico è stata, nel corso dei secoli, capitale dell’Impero Romano di Occidente, importante corte del Rinascimento all’epoca di Ludovico il Moro e di Leonardo da Vinci, luogo di conquista da parte di francesi, spagnoli, austriaci, per arrivare all’annessione al Regno d’Italia nel 1861. Dal Settecento ad oggi Milano non ha mai smesso di rinnovare il suo volto, dalle forme neoclassiche del Teatro alla Scala alla sontuosa Galleria Vittorio Emanuele, per arrivare allo slancio verso l’alto dei suoi grattacieli che, da Gio Ponti alle archistar internazionali, ne hanno ridisegnato lo skyline.

Enogastronomia

Tradizione e innovazione convivono anche nella Milano del gusto, tra le ricette antiche e le rivisitazioni della cucina contemporanea. La storia della cucina è rappresentata dal risotto alla milanese, con l’ossobuco e lo zafferano, la cassoeula a base di verze e carne di maiale, la cotoletta alla milanese, i mondeghili, il rostin negàa. Il dolce tipico di Natale è il Panettone, divenuto famoso anche all’estero.
A Milano esistono cucine per ogni gusto e per ogni tasca, venti ristoranti “stellati” Michelin, innumerevoli trattorie, locali tipici, vegetariani, romantici, caserecci o etnici, ma anche bar e pub dove consumare ogni sera il rito dell’aperitivo tra finger food e cocktail elaborati.

Luoghi di interesse

Una visita “classica” alla città non può che partire dal suo centro: il Duomo, con i suoi marmi, le guglie, le vetrate e i suoi cinque secoli di storia; la Galleria Vittorio Emanuele; piazza della Scala, con il Teatro alla Scala e il monumento dedicato a Leonardo da Vinci. La storia di Milano è racchiusa in secoli di chiese e simboli cristiani: l’antichità imponente di San Lorenzo, con le sue colonne, e la bellezza del romanico lombardo in Sant’Ambrogio; il Rinascimento in Santa Maria delle Grazie, con il Cenacolo di Leonardo da Vinci, il chiostro e la sacrestia; gli interni completamente affrescati di San Maurizio al Monastero Maggiore. Luogo di storia e arte, ma anche spazio di relax protetto tra le sue corti e le sue torri, il Castello Sforzesco custodisce capolavori d’arte come la Pietà Rondanini di Michelangelo e la Sala delle Asse con le pitture murali leonardesche recentemente restaurate.
Milano riserva agli appassionati più di 80 musei, non solo d’arte come la Pinacoteca di Brera, la Pinacoteca Ambrosiana, le Gallerie d’Italia, la Galleria d’Arte Moderna o le Case Museo, ma anche di scienza, come il Museo Nazionale di Scienza e Tecnologia intitolato a Leonardo. La creatività contemporanea ha trovato casa nel Museo del Novecento, nella Fondazione Prada, nel nuovo Museo del Design alla Triennale, mentre Palazzo Reale, PAC Padiglione d’Arte Contemporanea, Mudec ospitano periodicamente mostre di rilievo internazionale.
Con un breve tragitto in metropolitana o tram è possibile raggiungere i suggestivi vicoli del Quartiere Brera, passeggiare per i romantici Navigli di sera, attraversare le strade della moda come Via Montenapoleone o via della Spiga, respirare nel Parco Sempione o in uno dei numerosi parchi o giardini. La nuova Milano svetta invece nel quartiere di Porta Nuova, con piazza Gae Aulenti e il Bosco Verticale, e nell’area Citylife, con le sue tre “torri”.
Milano affascina anche per la vibrante ricchezza degli eventi cittadini in ogni momento dell’anno, a cominciare dalle “week&city”, capaci di coinvolgere tutta la città all’insegna di un tema condiviso: tra le più famose, le Fashion Week, che portano a Milano i grandi brand del prêt-à-porter insieme alle nuove griffe emergenti, la Design Week, nei giorni del Salone del Mobile, in cui la creatività invade la città tra eventi e installazioni, l’Art Week, dedicata all’arte contemporanea con inaugurazioni, mostre temporanee e ospiti internazionali.