Senza categoria

10 motivi per cui Giro-E è una delle 10 cose da fare nella vita

By 03/03/2020 Marzo 9th, 2020 No Comments

1) Pedali una tappa del Giro d’Italia: e quando mai?

2) Coccolato dal tuo team come Nibali d’abitudine, già la mattina conquisti uno spicchio d’eternità al foglio firma, lo speaker Della Porta ti presenta in tutta la tua grandezza e la foto con i compagni di squadra non ha niente da invidiare a quella del team Ineos (più o meno).

3) Pedali a strade chiuse con la scorta della polizia, l’assistenza tecnica, il servizio medico, l’ammiraglia al seguito e il direttore di gara a impartire il ritmo: esattamente come un pro.

4) Scopri che la bici a pedalata assistita non è il diavolo ma una rivoluzione, che non fa concorrenza alla bici muscolare ma è un’altra cosa, con potenzialità ancora tutte da esplorare.

5) Scali il Passo dello Stelvio e sono solo gioie e niente dolori (fino a un certo punto, ovvio, perché in nessun caso è la bici che porta in cima te, ma il contrario).

6) Pedali in gruppo con Gianni Bugno, cui puoi chiedere, per esempio, come l’ha presa Jalabert a Benidorm nel ’92 (non badare se ti guarderà di sguincio e indecifrabile, è la grandezza di Gianni).

7) Salita al 12 per cento, riesci a tenere il passo del compagno che ha già (maggio) 4 mila km nelle gambe: per te che non ne hai neanche mille, sarebbe stato un peccato non vivere l’esperienza assieme.

8) Scopri che il Colle dell’Agnello visto dalla sella della bici è uno spettacolo impagabile e che raggiungere i suoi 2744 metri è comunque un’impresa (che senza batteria, però, sarebbe stata impossibile).

9) Sali sul podio del Giro, se il tuo team ha conquistato una maglia stappi la magnum innaffiando il pubblico e ti senti, fatalmente, un re.

10) Ti bevi uno spritz con Mario Cipollini seduto al bar Aistream dell’hospitilty Giro-E mentre Sagan e compagnia tagliano il traguardo davanti ai tuoi occhi: non male.

Leave a Reply